Cioccolata per due – Lolly Winston

A volte la vita  non segue i tuoi piani, e per quanto si cerchi di orientarla e costruirla a nostro piacimento, accade qualcosa che manda all’aria tutto.

A volte, l’evento che ci scompiglia la vita, non accade per caso.

Cioccolata per due è la storia di un dolore profondo, di una perdita incolmabile, di una discesa all’inferno senza via di ritorno.

Ma è anche la storia di una donna che, attraverso tutte le fasi del lutto,  riesce a riscattarsi e trovare finalmente la sua strada.

Un terzo della storia racconta l’abisso nella quale sprofonda Sophie, la protagonista: devo dire che mi ha generato un’angoscia profonda, e mi ha anche dato da pensare su come reagirei io di fronte alla perdita di un coniuge. Ho rischiato di abbandonarlo, tanto era il disagio che mi stava provocando.

Ma sono andata avanti, con la speranza che la povera protagonista si sarebbe ripresa in un modo o nell’altro.

Il romanzo non mi ha fatto impazzire: gli argomenti c’erano tutti, è anche interessante vedere il modo in cui si realizza la rinascita di questa donna. Ma il libro è una via di mezzo tra un romanzo e un chick lit, e in questa via di mezzo le due parti che si incontrano (l’amore, la realizzazione e il dolore), non si mescolano troppo bene.

Diciamo che è stata una lettura discreta, di certo non disimpegnata.

Una considerazione: il titolo originale del libro è Good Grief (un’esclamazione che si può assimilare ai nostri “Santo cielo!” o “Mio Dio!”): cosa ci azzecca con il fuorviantissimo titolo tradotto “Cioccolata per due”?

 

 

 

Voto: 5/10

Titolo  Cioccolata per due

Autore   Lolly Winston

Editore  Piemme

Prezzo   2,90 euro tascabile – fuori catalogo

Anno : 2007

Annunci